Se almeno una volta nella vita anche voi avete sognato di diventare dei designer di moda, dovete conoscere a memoria la storia di Nathan Kiatkulpiboone e Alex Lim. Immaginate per un attimo di trovarvi faccia a suola con il vostro paio di scarpe preferito. Restate solo voi due, pardon, voi tre appena illuminati da una piccola candela dentro una stanza buia. Cosa riuscite a vedere? Imperfezioni, tante, dovunque, troppo classico qui, poca fantasia lì. Ma non vi perdete d’animo. Matita alla mano cominciate a disegnare davvero quelle scarpe tanto sognate, pensate a ogni minimo particolare, ci mettete sopra tutto quanto avete sempre desiderato, forme, colori, tagli. Tutto.

Ecco, ora vi trovate fra le braccia proprio uno splendido foglio. Arrendersi ora? Giammai. In giro, a lavoro, con gli amici: non parlate di altro ormai che di quella pagina. Fino a quando qualcuno quasi non vi fa secchi, sussurrandovi con ironia: beh, per questo c’è Kickstarter. Ripetete quella parola più volte nella mente, con tenerezza: Kickstarter.

Più o meno deve essere andata proprio così a Nathan Kiatkulpiboone e Alex Lim, due giovani con un passato lontano dal mondo della moda, fatta eccezione per il primo che può vantare una piccola esperienza in Nike.

Si fanno coraggio e verso la fine del 2015 pubblicano una campagna online per finanziare la produzione delle originali scarpe sulla celebre piattaforma di crowdfunding. SewRaw, questo il nome del nuovo brand, che letteralmente significa “cucire a crudo”. Sì, perché ognuno di questi fantastici prototipi è interamente fatto a mano da esperti artigiani indonesiani.

sewraw_making

Purtroppo non basta alla comunità di internet il prezzo abbastanza accessibile per portarsi a casa un paio di SewRaw: solo 180 dollari, con spedizione inclusa per gli Stati Uniti. Il 31 dicembre scorso la campagna si rivela un flop, lasciando Nathan e Alex nello sconforto.

Sconforto che dura ben poco, perché a breve distanza i due annunciano sul proprio sito ufficiale che le SewRaw vedranno comunque la luce. La rete, infatti, ha accolto positivamente la maniera con cui Nathan e Alex hanno rivisitato una classica stringata in chiave marcatamente dandy, convincendo i due a realizzare il loro sogno.

Solo qualche giorno fa si è conclusa la fase di pre-order per le tre varianti che compongono questa prima e, speriamo fortunata, collezione: le Modern Oxford, un must-have soprattutto nelle colorazioni più audaci, le Asymmetrical Lace, da indossare senza paura, e le splendide Single Seam.

Se avessi un penny per tutte le volte che ho desiderato scarpe così, oggi sarei un uomo ricco.